Vai ai contenuti

Mitropa Hybrid 2021

NEWS

Scacchi: doppietta Italia alla Mitropa Hybrid 2021 dalla QLASH House


E’ un trionfo su tutta la linea per l’Italia degli scacchi. Le due nazionali, quella assoluta (maschile) e quella femminile hanno vinto i due rispettivi tornei della Mitropa Cup, nel suo formato ibrido pensato per l’emergenza Covid.

Un’edizione storica che così si tinge d’azzurro, con la federazione che bissa l’ultimo doppio successo, prima avvenuto solo un’altra volta, nel 2010. E’ il terzo titolo dal 1976 per la nazionale assoluta, mentre per le ragazze è la quinta affermazione dal 2002, anno di istituzione del torneo femminile.

La competizione ibrida è stato un misto fra online e presenza: ogni Paese giocava riunita in una singola sede, sfidando da lì, online, gli avversari. Per l’Italia la sede scelta è stata la QLASH House in provincia di Treviso, a seguito di una partnership siglata fra la org esport e la Federazione Scacchistica Italiana. Tutto l’evento è stato seguito e commentato dal canale Twitch QLASH_Events.

Il presidente della Federazione Scacchistica Italiana, Luigi Maggi, ha commentato: “E’ uno splendido inizio di mandato questa duplice vittoria, che ancora di più sottolinea quanto in Italia il movimento scacchistico sia valevole nella sua dimensione agonistica. La nazionale femminile ha dato prova di grande forza con la sua vittoria addirittura con un turno di anticipo. Così come la nazionale assoluta ha saputo tenere testa alle altre nazioni europee con cui ci siamo scontrati. Non è stato facile per noi che veniamo da un cambiamento radicale anche nella scelta dei commissari tecnici, a cui voglio rivolgere la mia assoluta gratitudine e stima perché hanno saputo motivare le squadre e dare loro il giusto indirizzo sin da subito. Ringrazio anche QLASH per aver supportato la Federazione Scacchistica Italiana in questo progetto e aver saputo indirizzare l’attenzione su questo evento. Questo per noi non è che l’inizio di una nuova era in cui gli scacchi saranno protagonisti”.

Felicissimi per il risultato i giocatori azzurri. Luca Moroni, 20 anni, era alla prima esperienza in prima scacchiera: non ha perso una partita. “Il torneo non è stato facile, tutte le squadre schieravano giocatori molto forti e siamo partiti con una sconfitta, per poi riprenderci alla grande vincendo 6 match e pareggiandone 2, vincendo sulla Slovacchia per spareggio tecnico! L'ultimo turno è stato al cardiopalma! Il giocatore che aveva la posizione più promettente ha mancato una mossa dell'avversario e ha perso, poi il GM Sabino Brunello e l’IM Lorenzo Lodici hanno ribaltato il match vincendo con ribaltamenti di fronti in entrambe le partite”.

Tea Gueci, quasi 22 anni, ripensa all’esperienza ‘ibrida’: “I giocatori dei diversi Paesi dovrebbero essere messi tutti nelle stesse condizioni. Sicuramente è una bella idea e replicabile, magari con un regolamento più accurato. Gli scacchi online stanno prendendo piede sempre di più, il gioco è in continua evoluzione”.

La nazionale assoluta è formata da: Luca Moroni (QLASH), Pierluigi Basso, Sabino Brunello, Francesco Sonis, Lorenzo Lodici (QLASH); C. T. Loek Van Wely. Quella femminile da: Olga Zimina, Elena Sedina, Tea Gueci (QLASH), Marianna Raccanello, Angelo Grimaldi, Marina Brunello; C. T. Fabrizio Bellia.


Torna ai contenuti